In questa sezione presentiamo le modalità di accesso alle nostre strutture, nonché la modulistica necessaria a richiedere un posto letto che sia conforme alle esigenze della persona.

MODALITÀ DI INGRESSO CASA DI RIPOSO

  • La richiesta di valutazione multidimensionale  (Allegato 3; modulo della ULSS20. Attenzione: verificare sempre con la ULSS la correttezza dei moduli) per l’accesso alla rete dei servizi socio-sanitari territoriali dell’ULSS 9- Scaligera può essere presentata all’Ufficio UVMD (Unità valutativa multimensionale distrettuale – presso il proprio distretto di residenza) per la valutazione dell’inserimento nelle strutture residenziali e di cure intermedie del Distretto di Residenza se la persona è nel proprio domicilio, o direttamente all’Ufficio di Servizio Sociale dell’Ospedale, se la persona in quel momento è ricoverata presso un reparto ospedaliero.
  • Il Distretto Socio-sanitario o l’Ospedale compila la SVAMA (Scheda di Valutazione Multidimensionale dell’Anziano – cfr questo link, Allegato B in fondo alla pagina) ed infine il Distretto socio-sanitario, attraverso l’UVMD , incontra tutti i professionisti e assegna un punteggio di gravità e un profilo assistenziale (cfr questo link, Allegato B in fondo alla pagina, ultima pagina dell’Allegato B) che determinano la posizione in graduatoria dell’Azienda ULSS 9 – Scaligera.
  • L’ufficio Residenzialità dell’AULSS 9 – Scaligera, attraverso persona incaricata, contatterà telefonicamente la persona o il familiare di riferimento nel momento in cui si è concretizzata la possibilità di essere accolto presso un Centro Servizi da loro liberamente scelto e, solo a seguito di accettazione verbale, l’Assistente Sociale del Centro Servizi prenderà contatti per attivare l’iter procedurale di accoglimento.

MODALITÀ DI INGRESSO RSA (30 posti letto)

  • La richiesta di valutazione multidimensionale (Allegato 3; modulo della ULSS20. Attenzione: verificare sempre con la ULSS la correttezza dei moduli) per l’accesso alla rete dei servizi socio-sanitari territoriali dell’ULSS 9- Scaligera può essere presentata all’Ufficio UVMD (Unità valutativa multimensionale distrettuale – presso il proprio distretto di residenza) per la valutazione dell’inserimento nelle strutture residenziali e di cure intermedie del Distretto di Residenza se la persona è nel proprio domicilio, o direttamente all’Ufficio di Servizio Sociale dell’Ospedale, se la persona in quel momento è ricoverata presso un reparto ospedaliero.
  • Il Distretto Socio-sanitario o l’Ospedale compila la SVAMA (Scheda di Valutazione Multidimensionale dell’Anziano – cfr questo link, Allegato B in fondo alla pagina) ed infine il Distretto socio-sanitario, attraverso l’UVMD , valuta la domanda e autorizza o non autorizza l’ingresso in RSA.
  • L’assistente sociale dell’RSA contatta il famigliare di riferimento per accordare l’ingresso, raccoglie tutte le informazioni utili che verranno in seguito condivise anche con il personale socio assistenziale e sanitario, al fine di gestire il momento dell’accoglienza, nel miglior modo possibile.

MODALITÀ DI INGRESSO IN POSTI PRIVATI C/O L’RSA (15 POSTI LETTO)

  • L’ospite o il familiare di riferimento contatta l’Assistente Sociale dell’RSA per richiedere l’ingresso in struttura in regime privato.
  • L’assistente sociale dell’RSA, nel momento in cui si libera un posto letto, contatta direttamente il famigliare di riferimento per accordare l’ingresso, raccoglie tutte le informazioni utili, che verranno in seguito condivise con il personale socio assistenziale e sanitario della struttura, al fine di gestire il momento dell’accoglienza, nel miglior modo possibile.

MODALITÀ DI INGRESSO  OSPEDALE DI COMUNITÀ (15 posti letto)

  • Il modulo proposta accesso in ospedale di comunità di Tregnago deve essere compilato dal Medico di Medicina Generale, se il paziente si trova a domicilio, o dal medico di reparto se il paziente è ricoverato presso una struttura ospedaliera; successivamente viene inviato alla sede centrale del Distretto sanitario n. 2 dell’est veronese, che si trova a San Bonifacio. La domanda verrà valutata e presa in carico da una commissione che autorizza o meno l’ingresso in OdC.
  • Il medico geriatra di reparto, il Coordinatore dei servizi o l’Assistente sociale contatta il paziente o il famigliare di riferimento per procedere al ricovero ospedaliero.

ATTENZIONE: possono accedere in Ospedale di Comunità solo persone residenti nei Comuni afferenti al territorio dell’ex Distretto n. 4 (creare il link della piantina geografica con i Comuni).